BG Stile Libero, una polizza dagli oneri assicurati

I prodotti di investimento sono, spesso, di difficile comprensione. Le polizze assicurative, in particolare, si distinguono per particolare complessità, come confermano le 2,217 pagine del fascicolo informativo di BG Stile Libero. Abbiamo provato ad analizzare la polizza di Banca Generali, evidenziandone le caratteristiche principali.

  • BG Stile Libero è una polizza multiramo, che unisce una polizza vita ad una unit linked;
  • Per premi inferiori ai 100,000€ è possibile investire unicamente nei fondi di Banca Generali, piuttosto costosi e poco efficienti;
  • L’onerosità complessiva appare eccessiva e non è giustificata dal valore aggiunto creato per l’investitore;
  • La polizza appare molto redditizia per l’intermediario, ma non per i sottoscrittori;

 

BG Stile Libero, di cosa si tratta?

BG Stile Libero è una polizza multiramo a vita intera. Si propone come una soluzione di investimento innovativa, che unisce le caratteristiche di un prodotto assicurativo ad investimenti finanziari, servizi personalizzabili e vantaggi fiscali.

Per polizza multiramo si intende una combinazione di polizze di tipo e caratteristiche diverse: una polizza vita rivalutabile tradizionale (ramo I), dove solitamente il capitale è garantito a certe condizioni, e una polizza unit linked (ramo III), ovvero un prodotto di investimento il cui andamento è influenzato dalle variazioni dei prodotti in cui investe.

BG Stile Libero, quindi, prevede la liquidazione di un capitale in caso di decesso dell’assicurato, il cui ammontare dipende, in parte, dai rendimenti di investimenti in fondi comuni ed ETF.

 

Le regole d’investimento

BG Stile Libero prevede il versamento di un premio unico, a cui possono seguire dei versamenti aggiuntivi. Il premio unico può essere impiegato:

  • Per una percentuale scelta dal contraente, compresa tra il 70% ed il 95%, in quote di uno o più OICR/ETF;
  • Per la parte rimanente (5%-30%) in una gestione separata in Euro (Ri.Alto BG) e/o in Dollari (Ri.Alto$);

Il premio unico deve essere di almeno 20,000€ ed il totale dei premi complessivi non può superare i 2 milioni. Per i premi aggiuntivi è previsto un importo minimo di 1,000€ e l’ammontare selezionato determina la classe dei costi gravanti sul premio stesso.

 

Le linee di investimento

Per quanto riguarda la percentuale non destinata alla gestione separata, è possibile investire in tre diverse linee:

  • Linea Smart, composta unicamente da OICR di Banca Generali;
  • Linea Extra, composta da OICR di case terze;
  • Linea ETF, composta unicamente da ETF;

Per premi complessivi inferiori a 100,000€, quindi per la maggior parte dei sottoscrittori, è disponibile solo la Linea Smart, ovvero i fondi della casa. Per importi superiori è possibile investire una parte anche nelle altre linee, ma almeno il 50% è sempre destinato alla Linea Smart.

 

La gestione separata

È possibile scegliere, per quanto riguarda l’ammontare relativo alla gestione separata, tra Ri.Alto BG, in Euro, e Ri.Alto.$, in Dollari.

Esse presentano una politica di investimento prudente, orientata verso titoli obbligazionari. Mirano a massimizzare il rendimento nel medio/lungo termine mantenendo un basso livello di rischiosità. I titoli azionari non possono superare, infatti, il 35% del totale.

Negli ultimi tre anni il rendimento medio è risultato compreso tra +3.3% e 3.8%, al lordo dei costi. Esse offrono un tasso di interesse minimo garantito dello 0%, consolidato annualmente.

 

Le prestazioni in caso morte e in caso vita

Essendo una polizza vita, BG Stile Libero prevede la liquidazione di un capitale in caso di decesso dell’assicurato, pari almeno all’importo del capitale assicurato. Inoltre, in funzione dell’età al momento del decesso, sono previste:

  • Maggiorazione del capitale liquidabile (max 2,5% se l’età è inferiore ai 39 anni, min 0.10% oltre i 70 anni).
  • Maggiorazione in caso di minusvalenze della parte investita in OICR/ETF (da 15,000€ per premi inferiori ai 100,000€ fino a 175,000€ per premi superiori ai 2,5 milioni €);
  • Maggiorazione in caso di morte a seguito di infortunio (da un massimo del 50% dei premi se l’età è inferiore ai 70 anni, fino a un minimo del 2%);

Il riscatto anticipato, invece, è possibile dopo il primo anno. Il capitale può essere erogato sotto forma di rendita immediata vitalizia, rendita immediata vitalizia reversibile e rendita immediata certa fino al recupero del capitale.

L’operazione di riscatto, tuttavia, comporta una penalizzazione economica e, pertanto, non è sicuro recuperare il premio versato.

Spesso e volentieri le polizze non vengono detenute fino al decesso dell’assicurato, ma anzi il risparmiatore viene invogliato a disinvestire per sottoscrivere un’altra polizza, che comporta altri costi di ingresso…

 

I costi di BG Stile Libero

Ad ogni premio versato viene applicato un costo, definito in funzione della classe dei versamenti futuri indicata, secondo la seguente tabella:

I costi gravanti sul premio versato per BG Stile Libero.

I costi gravanti sul premio versato per BG Stile Libero.

Non sono previsti costi per il riscatto, mentre è presente una commissione per i servizi di amministrazione e per l’attività di salvaguardia e monitoraggio. Prelevata annualmente, dipende dalla linea di investimento scelta:

L'impatto della commissione per i servizi di amministrazione e per l'attività di salvaguardia e monitoraggio per BG Stile Libero

L’impatto della commissione per i servizi di amministrazione e per l’attività di salvaguardia e monitoraggio.

Bisogna poi aggiungere il costo che l’investitore sostiene per le maggiorazioni delle prestazioni assicurative, fino ad un massimo dello 0.15% sul rendimento dell’investimento.

Vi sono poi i costi gravanti sugli OICR, nell’ordine dell’1.5%-2% all’anno, e le eventuali commissioni di performance. Per i fondi della linea Smart, selezionabili unicamente tra i prodotti di Banca Generali, le commissioni di performance vengono calcolate mensilmente, sulla base della variazione rispetto al periodo precedente. Se un fondo ottiene rendimenti positivi per tre mesi, per poi perdere copiosamente nei successivi nove, a fine anno si “merita” pertanto delle commissioni aggiuntive.

Le gestioni separate, invece, prevedono dei costi di ingresso dello 0.42% sul premio versato. A cui aggiungere costi annui dell’1.59%, e un eventuale 0.1% ogni punto percentuale di rendimento ottenuto dalla gestione oltre il 6% annuo.

Tutto chiaro? Non troppo. È pressoché impossibile quantificare i costi complessivi, perché dipendono anche dalle scelte di investimento effettuate. Proviamo a fare una simulazione.

 

I numeri reali

Ipotizziamo di investire in BG Stile Libero 50,000€, attraverso un unico versamento iniziale. Scegliamo poi di destinare il 30% alla gestione separata Ri.Alto BG e il 70% alla Linea Smart, unica disponibile per tale importo.

Ipotizziamo poi di suddividere così l’investimento nella Linea Smart:

  • 30% BG Selection Pictet World Opport AX (LU0445524183), TER 4.16%;
  • 70% BG SICAV – Amundi Global Income Bond DlX (LU1016176379), TER 2.06%;

Il primo costo che si sostiene è il 2.3% di caricamento sul premio versato, 1,150€. L’importo disponibile, pertanto è di 48,850€. Viene suddiviso per il 30% (14,655€) nella gestione separata e per il 70% (34,195€) nella Linea Smart.

La gestione separata presenta una commissione di ingresso dello 0.42%, pari a 62€. I costi ricorrenti annui, poi, sono pari all’1.59%, ovvero 232€. Non è possibile stimare le eventuali commissioni dovute alle performance.

Per quanto riguarda la Linea Smart, viene prelevato annualmente il 2.3% come commissione per i servizi di amministrazione e per l’attività di salvaguardia e monitoraggio, 786€. L’ammontare residuo viene suddiviso al 30% nel primo fondo citato (10,023€) e al 70% nel secondo (23.386€). I costi annui sono pari a rispettivamente a 417€ e 482€. In totale 899€.

Ricapitolando, investendo 50,000€ si sostengono 1,212€ di costi di ingresso. Il 2.42% del capitale investito. Ogni anno, poi, si sostengono costi complessivi per 1,917€. Pari al 3.8%. Tutto questo senza considerare le eventuali commissioni di performance ed eventuali costi per la maggiorazione delle prestazioni assicurative.

 

Conclusioni

BG Stile Libero risulta un prodotto particolarmente inefficiente per il sottoscrittore. Per Banca Generali, invece, è sicuramente molto redditizio in termini commissionali. Ciò è testimoniato dall’elevata raccolta, che nel 2016 superava quota 5 miliardi di Euro.

I dettagli delle varie condizioni della polizza sono tutt’altro che semplici, di difficile comprensione per una persona che non se ne occupa per lavoro. Infine, l’onerosità complessiva risulta davvero eccessiva e influenza negativamente i rendimenti ottenibili dalla parte finanziaria della polizza.

Per un investitore retail, pertanto, è da evitare la sottoscrizione di un prodotto così complesso ed inefficiente.

Con lo stesso ammontare disponibile si potrebbero compiere scelte di investimento molto più efficienti. Un esempio potrebbe essere sottoscrivere una semplice polizza vita, dal costo nell’ordine di 100€ annui, per tutelare i familiari in caso di tragici eventi, destinando l’ammontare residuo ad investimenti diretti in strumenti finanziari più redditizi.

Affidandosi ad un professionista, il capitale rimanente potrebbe essere utilizzato per costruire un portafoglio su misura per le esigenze dell’investitore.

Con circa 50,000€ si può costruire un portafoglio ben diversificato, che selezioni i migliori prodotti disponibili e non solo gli onerosi fondi offerti dalla casa che emette la polizza.

 

 

Marcello Rubiu

Marcello Rubiu

Sono laureato in Scienze Statistiche e in Economia e Commercio alla Università Cattolica di Milano. Dopo un esperienza nel comparto industriale mi occupo di investimenti dal 1999 e sono socio fondatore di Norisk.