Tra i Bilanciati Moderati EUR Globali gli ETF sbaragliano i gestori attivi

Investire in un fondo della categoria Bilanciati Moderati EUR Globali a un risparmiatore costa, in media, 200 euro ogni 10mila investiti, ovvero il 2% annuo. Senza considerare le eventuali commissioni di sottoscrizione e uscita. La strategia comparabile, realizzata con due ETF e ribilanciata trimestralmente, costa invece 61€ (0,61%) annui. È evidente come tale differenza di costi renda molto arduo il tentativo del gestore di battere il mercato.

Le puntate precedenti:

Obbligazionari Paesi Emergenti Valuta Locale
Azionari Area Euro
Obbligazionari High Yield USD
Bilanciati Prudenti EUR – Globali
Azionari Settore Tecnologia
Azionari Paesi Emergenti
Bilanciati Flessibili EUR – Globali
Obbligazionari Diversificati Eur
Azionari Italia

 

Leggi l’articolo completo

 

L’analisi evidenzia che negli ultimi tre anni solo un fondo, Etica Bilanciato R, ha registrato un rendimento migliore della strategia in ETF paragonabile. Se nella comparazione si prende in considerazione la rischiosità dei vari strumenti (Rap) i fondi che sono riusciti a fare meglio della strategia in cloni salgono a 13 su 150.

Ma considerando anche la continuità dei risultati conseguiti, nessun fondo riesce a registrare rendimenti migliori in modo sistematico (indice persistenza >0).

Solo il fondo di Etica Sgr si avvicina alla promozione “piena”. Non è un caso che ben 73 fondi su 150 non dichiarino un benchmark e 10 preferiscano un indice monetario. I confronti potrebbero infatti far emergere che le commissioni corrisposte siano immotivate, visti i risultati.

La classificazione effettuata da Morningstar può risultare inefficiente per qualche fondo. Il benchmark di categoria prevede un’esposizione al mercato obbligazionario attraverso bond denominati in Euro e al mercato azionario con titoli di Paesi sviluppati. Alcuni fondi, come ad esempio Nordea Stable Return, si espongono però a più valute, anche dei Paesi Emergenti, nonché a titoli azionari delle stesse aree.

I gestori del fondo della casa di investimento scandinava hanno regole di ingaggio diverse rispetto al benchmark di categoria. Una maggiore flessibilità che finora è stata sfruttata bene. Ma con un rischio prospettico superiore. La metodologia seguita in questa analisi, comunque, consente di confrontare i fondi con una strategia in ETF anche in caso di rischiosità differente nel periodo analizzato.

Diverse case d’investimento offrono più prodotti appartenenti alla categoria (5 a testa per Banca Generali ed Eurizon,4 per Pioneer, 3 per Azimut e Allianz), senza riuscire a trovare una soluzione efficiente.

Prendendo in considerazione la classe di fondo dimensionalmente più importante, Carmignac Patrimoine A (21 miliardi di asset in gestione), negli ultimi 3 anni ha conseguito risultati non proprio brillanti. Il rendimento ottenuto è risultato inferiore alla strategia in ETF e le performance registrate, anche considerando il differente livello di rischio, sono state inferiori di quanto ottenibile combinando opportunamente i due replicanti.

 

Leggi l’articolo completo

 

Fondi Bilanciati Moderati EUR Globali – I migliori:

LU0227384020 Nordea 1 – Stable Return BP EUR
FR0007078589 Sycomore Allocation Patrimoine R
LU1136191399 Argos Funds Yield Opportunities A-EUR
LU0048292808 BL-Global 50 B EUR
IT0003409213 Etica Bilanciato R

 

I peggiori:

LU0918161562 Atomo Sicav Phoenix Global Macro R Acc
LU0913601281 Allianz Income and Growth AM H2 EUR
LU0367901054 Lemanik SICAV All Stars C Ret EUR B
LU0784385501 BGF Global Multi-Asset Inc E5G EUR H
LU0316492858 Templeton Global Balanced A(acc)EUR-H1

 

Troppa prudenza… quando non serve

JPM Global Income Fund D (LU0404220724), 20 mld€ di assets, ha registrato rendimenti deludenti rispetto alla strategia in ETF. 1000 euro investiti 3 anni fa sono divenuti 1031€, rispetto ai 1144€ ottenuti dalla soluzione in “cloni”. Il giudizio negativo rimane anche considerando la performance corretta per il rischio (RAP). Con un differenziale a 3 anni è pari a -113 euro. Da notare come il fondo abbia attuato una strategia prudente nelle fasi rialziste ma con una perdita massima registrata nel triennio più elevata rispetto alla soluzione in ETF.

Bilanciati Moderati EUR Globali

JPM Global Income Fund D LU0404220724

 

Quando il rischio non paga

Il fondo Franklin Global Fundamental Strategy A (LU0316494987) nell’ultimo triennio ha ottenuto un incremento complessivo dell’1,1%,. Sottoperformando in modo evidente la strategia in ETF (+11,4%). La rischiosità del fondo è risultata persino doppia rispetto al termine di paragone adottato. Nel momento peggiore dei mercati ha subito una perdita massima (drawdown) del 19% rispetto all’8,7% registrato dalla soluzioni in cloni.

Bilanciati Moderati EUR Globali

Franklin Global Fundamental Strategy A LU0316494987

 

Il miglior fondo della categoria

Il fondo Etica Bilanciato R (IT0003409213) è l’unico fondo che è riuscito a spuntare nel triennio un rendimento maggiore rispetto alla strategia in ETF. 1000 euro investiti 3 anni fa sono divenuti 1171€ con il fondo e 1144€ con il benchmark adottato. Il fondo ha però evidenziato una rischiosità addizionale, che ha causato una riduzione del rendimento risk-adjusted. Esso rimane comunque tra i migliori. Anche grazie a un indice di persistenza più elevato dei fondi concorrenti.

Bilanciati Moderati EUR Globali

Etica Bilanciato R IT0003409213

 

Diffidare dalle imitazioni

Il gestore di Mediolanum BB Carmignac Strategic Selection (IE00B8KGMC91) investe in fondi gestiti dalla casa francese. Ma i rendimenti sono peggiori rispetto alla strategia di ETF. A parità di rischio primeggia la soluzione “low-cost”: il differenziale del RAP è pari a quasi 90 euro su 1000 investiti all’inizio del triennio. Carmignac Patrimoine (FR0010135103), l’originale però, ha ottenuto risultati migliori. Seppur comunque inferiori rispetto alla soluzione in ETF. Per il fondo di Mediolanum è difficile ottenere risultati accettabili visto che ha addebitato il 3,18%, rispetto allo 0,61% della strategia in ETF.

Bilanciati Moderati EUR Globali

Mediolanum BB Carmignac Strategic Selection IE00B8KGMC91

 

 

Marcello Rubiu

Marcello Rubiu

Sono laureato in Scienze Statistiche e in Economia e Commercio alla Università Cattolica di Milano. Dopo un esperienza nel comparto industriale mi occupo di investimenti dal 1999 e sono socio fondatore di Norisk.