Fondi azionari europei, performance dei gestori a confronto

l mercato azionario europeo è uno dei più noti ai risparmiatori italiani. Investire in società vicine e che si «conoscono», per quanto solo di nome, ci fa sentire inconsciamente più sicuri. Per i risparmiatori italiani sono disponibili numerosissimi fondi che investono su tale mercato. Abbiamo analizzato per la versione online de il Sole24Ore la categoria dei i fondi azionari europei.

Sul mercato sono disponibili numerosi fondi comuni che investono sulle principali azioni del Vecchio continente. In particolare sono 624 i comparti a disposizione degli investitori classificati da Morningstar nella categoria Azionari Europa Large Cap Blend.

Lo studio prende in considerazione solo i fondi comuni con almeno tre anni di vita, sottoscrivibili con importi minimi non superiori a 10mila euro. Requisiti che nella categoria sotto esame sono rispettati da 228 le classi, appartenenti a 118 fondi differenti.

Sono 68 su 228 i comparti che evidenziano rendimenti superiori a quelli dell’ETF. Per conoscere i nomi dei migliori e dei peggiori gestori specializzati su azioni europee, l’appuntamento è in edicola sabato 27 gennaio 2018 con Plus24, il settimanale di finanza personale del Sole 24 Ore.

Adesso ci soffermeremo sull’analisi dei costi con alcuni esplicativi esempi, anche per verificare chi guadagna di più tra gestore e sottoscrittore su ogni singolo prodotto.

 

Leggi l’articolo completo: Fondi azionari europei, performance dei gestori a confronto

 

 

 

Marcello Rubiu

Marcello Rubiu

Sono laureato in Scienze Statistiche e in Economia e Commercio alla Università Cattolica di Milano. Dopo un esperienza nel comparto industriale mi occupo di investimenti dal 1999 e sono socio fondatore di Norisk.