Gimme5 e Faccio da me, due innovazioni di AcomeA

Commissioni di ingresso e spese correnti eccessive pregiudicano spesso la bontà di un investimento in un fondo attivo. Un prodotto anche ben gestito, se gravato da oneri commissionali troppo sostanziosi, fornisce rendimenti peggiori rispetto ad un’economica alternativa in ETF. AcomeA propone due strumenti, Gimme5 e Faccio da me, che permettono agli investitori di minimizzare i costi e di facilitare gli investimenti nei fondi della casa.

Per acquistare in un fondo attivo, solitamente, è necessario investire un ammontare minimo, nell’ordine di qualche migliaio di Euro. Le spese di sottoscrizione, poi, fanno sì che la cifra realmente investita sia inferiore a quanto sborsato. E bisogna aggiungere i diritti fissi, pagati per ogni operazione eseguita.

La quotazione dei fondi comuni su Borsa Italiana è stata decisa proprio nell’ottica della riduzione dei costi e della complessità operativa. Pochi intermediari, però, permettono di acquistarli.

Attraverso Gimme5 di AcomeA, un risparmiatore può investire anche cifre minime, superando queste limitazioni.

 

Gimme5

Gimme5 è un’app per smartphone con cui è possibile investire agevolmente nei fondi di AcomeA. Direttamente dal proprio cellulare, un risparmiatore può investire da 5€ in su nelle quote di un fondo della casa italiana. Senza vincoli di durata, importo o frequenza dei versamenti.

L’applicazione è gratuita, non prevede costi di ingresso nei fondi e il rimborso costa 1€, che sia totale o parziale. Le commissioni di gestione del fondo variano, ovviamente, a seconda del prodotto. Ma attraverso l’applicazione è possibile acquistare la classe A2 dei fondi, più economica rispetto a quella tradizionale, A1. La classe A1, infatti, viene distribuita attraverso le reti di vendita e comprende, quindi, il costo del servizio di consulenza.

Sono presenti, infine, le commissioni di performance. Per i fondi che dichiarano un benchmark tale commissione è pari al 15% della differenza di rendimento tra fondo e benchmark. Per gli altri fondi, invece, è il 20% del valore aggiunto dalla gestione rispetto al valore massimo del fondo raggiunto in passato.

 

Faccio da me

Faccio da me è la modalità con cui è possibile investire direttamente in fondi, senza il servizio di consulenza annesso. E quindi senza i relativi costi.

La classe A2 dei fondi AcomeA è infatti destinata a chi sceglie di investire in autonomia o per chi si avvale di un consulente finanziario indipendente. Questo si traduce in costi di gestione annua dei fondi più che dimezzati rispetto ad un investimento tradizionale. Alcuni esempi:

Gimme5 e Faccio da me

La riduzione delle commissioni di gestione dei fondi AcomaA.

Inoltre, iscrivendosi al sito di AcomeA è possibile operare direttamente online. Non è necessario, quindi, aprire un rapporto presso un intermediario, fisico o online. È sufficiente compilare la modulistica ed il questionario sul sito ed è poi possibile effettuare il primo investimento.

 

La scelta di operare in autonomia

Ma è sempre un bene operare in autonomia? Dipende.

Per un investitore esperto e qualificato la possibilità di operare in modo più agevole ed economico è un’ottima e gradita novità.

Per una persona inesperta, invece, può essere dannoso. Se non si è competenti in materia di investimenti è bene affidarsi ad un operatore del settore. Che sia un promotore o un consulente indipendente.

Operando in autonomia, infatti, è facile farsi trascinare dalle mode del momento o dalle fasi di mercato. Acquistare Bitcoin senza sapere di cosa si tratti, vendere perché il mercato è sceso o acquistare perché è salito non sono mai buone soluzioni.

 

Conclusioni

Gimme5 e Faccio da me sono degli strumenti molto interessanti, da maneggiare con cautela. Permettono di ridurre notevolmente i costi e la complessità delle operazioni sui fondi. Ma anche di investire senza l’adeguato supporto di una figura competente.

AcomeA, come tutte le case, offre prodotti eccellenti come fondi deludenti. Senza l’aiuto di una figura professionale si può selezionare un prodotto inefficiente. Oppure esporsi ad una strategia non in linea con il proprio profilo di rischio.

Ben vengano, tuttavia, le innovazioni che permettono una maggior semplicità e una riduzione dei costi per i risparmiatori.

 

Marcello Rubiu

Marcello Rubiu

Sono laureato in Scienze Statistiche e in Economia e Commercio alla Università Cattolica di Milano. Dopo un esperienza nel comparto industriale mi occupo di investimenti dal 1999 e sono socio fondatore di Norisk.