Marcello Rubiu a Due di denari

Mercoledì 29 Marcello Rubiu, partner di Norisk, è stato intervistato nel corso del programma “Due di denari” di Radio24. L’analisi dei fondi Obbligazionari Flessibili Globali EUR Hedged, specialmente per quanto riguarda l’approfondimento sui costi, ha attirato un discreto interesse. Ripresa su diversi social, ha evidenziato come spesso basti esprimere i numeri in modo chiaro per far comprendere ai risparmiatori come vengano suddivisi i guadagni di un investimento tra risparmiatori e SGR.

Ogni investimento presenta dei costi – esordisce Marcello Rubiu – e a questi costi devono essere collegati dei rendimenti. Nel caso dei fondi questi rendimenti, corretti per il rischio, devono essere superiori a quelli ottenibili con un ETF, ovvero fermandosi alla replica del mercato.

La categoria dei fondi Obbligazionari Flessibili Globali EUR Hedged è interessante, poiché viene dato ampio mandato al gestore. Esso, infatti, può investire non solo in Titoli di Stato ma anche in obbligazioni societarie e dei Paesi Emergenti. Va appurato, pertanto, se tale ampia delega abbia prodotto risultati accettabili, considerando anche i costi.

Buona parte dei fondi analizzati non supera l’asticella degli ETF. Evidenziando, peraltro, una differenza di costi molto ampia. Che spesso inficia la bontà dell’investimento. Nell’analisi sono stati considerati tutti i costi collegati all’investimento, sia per quanto riguarda i fondi che gli ETF. Spese di gestione e di ingresso per i fondi, spese di intermediazione e spread denaro/lettera per gli ETF. Oltre alla tassazione, ovviamente per entrambi.

Molto spesso le commissioni prelevate dai fondi non sono così meritate. Va considerato, infine, come buona parte dei costi di un fondo non vengano prelevati dalla SGR ma dall’intermediario che lo distribuisce.

 

L’intervento di Marcello Rubiu, dal minuto 24:00

 

Marcello Rubiu

Marcello Rubiu

Sono laureato in Scienze Statistiche e in Economia e Commercio alla Università Cattolica di Milano. Dopo un esperienza nel comparto industriale mi occupo di investimenti dal 1999 e sono socio fondatore di Norisk.