Norisk al Salone del Risparmio

I risparmiatori devono sempre valutare i prodotti finanziari offerti sul mercato in termini di efficacia (capacità di soddisfare i propri bisogni) e di efficienza (valore aggiunto offerto). Due concetti ben distinti che sono però l’uno consequenziale all’altro. Una volta definita l’asset allocation del portafoglio investimenti sulla base delle proprie esigenze finanziarie, l’investitore deve concretizzarla con la scelta degli strumenti più adatti tra una miriade di soluzioni di investimento. È proprio questo approccio che verrà presentato da Norisk al Salone del Risparmio.

Per aiutare i lettori a valutare la bontà del lavoro svolto dai gestori di fondi comuni, Norisk e Plus24, ogni terzo sabato del mese, mettono a confronto nella sezione “Indici & Numeri” i risultati conseguiti dai fondi gestiti attivamente con quelli degli ETF nelle diverse categorie: azionari, obbligazionari, bilanciati e flessibili.

I piccoli investitori spesso non hanno i mezzi e le competenze per valutare correttamente i risultati ottenuti dai fondi gestiti attivamente dalle diverse case di gestione, anche in considerazione della possibilità di investire sui diversi mercati anche con la meno dispendiosa alternativa degli ETF. Per questo motivo, Plus24 poterà un approccio concreto al Salone del Risparmio 2017, con una conferenza dal titolo: «Gestione attiva vs gestione passiva – Il dibattito è aperto».

Per individuare il gestore in grado di offrire valore aggiunto ai sottoscrittori occorre considerare le performance, ma anche i rischi che fa correre agli investitori per conseguire determinati risultati, che vanno per di più commisurati alle provvigioni che incassa. Inoltre occorre considerare anche la capacità del gestore di conseguire buoni rendimenti in maniera persistente nel tempo.

Tutti aspetti considerati nella metodologia sviluppata da Norisk. E per discutere sul tema sono stati invitati a partecipare alla tavola rotonda rappresentanti della gestione attiva (fondi tradizionali e alternative) e passiva (ETF), che avranno modo di confrontarsi sui fattori che l’investitore deve prendere in considerazione per muoversi fra i due differenti approcci di gestione.

La conferenza costituirà, quindi, l’occasione per fornire elementi concreti all’investitore per individuare le professionalità gestionali che generano un continuo valore aggiunto rispetto alle repliche passive offerte dagli ETF

 

Scegliere i gestori a valore aggiunto

 

Marcello Rubiu

Marcello Rubiu

Sono laureato in Scienze Statistiche e in Economia e Commercio alla Università Cattolica di Milano. Dopo un esperienza nel comparto industriale mi occupo di investimenti dal 1999 e sono socio fondatore di Norisk.