Troppi soldi sul conto corrente? Ecco qualche idea d’investimento

I risparmiatori italiani hanno troppi soldi sul conto corrente in termini di liquidità parcheggiata. Congelata in attesa che sui mercati vengano tempi migliori, non si sa bene quando. Talvolta abbandonata su un deposito libero che rende lo zero virgola o addirittura, costa invece di rendere. E quasi sempre, comunque, in eccesso rispetto alle esigenze di cassa della famiglia. Anche al netto di una necessaria riserva di sicurezza per le emergenze. Marcello Rubiu è stato intervistato dal CorrierEconomia, in merito alle possibili idee di investimento per profili prudenti.

Per chi ha un profilo di rischio molto conservativo, il conto remunerato rimane una strada percorribile. Il tasso riconosciuto sul deposito libero supera l’1% solo in alcuni casi. “Suggerisco di non destinare a una singola banca tutte le risorse disponibili. Evitando, magari, i nomi di istituti che non conosciamo o stanno attraversando una fase di ristrutturazione ancora non del tutto risolta”, argomenta Marcello Rubiu.

Un’idea interessante può essere quella di abbinare al conto deposito un investimento nei Btp Italia, le emissioni del Tesoro agganciate all’inflazione italiana. Con l’obiettivo di proteggere il patrimonio dal futuro calo del potere d’acquisto. “Privilegerei le durate non troppo brevi — spiega Rubiu —. Il titolo che scade nel 2024 offre una cedola reale annua dello 0,35%, più il costo della vita rilevato nel nostro Paese”.

Attualmente, il mercato sconta un’ipotesi di crescita dei prezzi al consumo nell’ordine dell’1% da qui ai prossimi sette anni. “A conti fatti, si tratterebbe di un rendimento dell’1,35% l’anno. Sostanzialmente al riparo dal rischio tassi, a differenza del titolo nominale”, precisa Rubiu. In caso di un rialzo più accentuato dell’inflazione, il Btp Italia batterà la performance del Btp di pari durata. Viceversa se le aspettative di un sollevamento della dinamica dei prezzi al consumo fossero invece deluse.

Vale la pena ricordare che i Btp Italia incorporano un premio fedeltà. Gli investitori che acquistano il titolo in fase di collocamento e lo mantengono in portafoglio fino alla naturale scadenza, ricevono un extra-rendimento pari al 4 per mille del capitale sottoscritto. In un paniere conservativo suddiviso tra conti di deposito e Btp Italia questi ultimi potrebbero rappresentare fino al 60% del portafoglio.

 

Lasci troppi soldi sul conto corrente? Quattro idee per farli rendere di più e non subire il ritorno dell’inflazione

 

Il contributo di Marcello Rubiu

 

La versione apparse sull’edizione cartacea del Corriere della Sera – Economia, 10/07/2017

 

Marcello Rubiu

Marcello Rubiu

Sono laureato in Scienze Statistiche e in Economia e Commercio alla Università Cattolica di Milano. Dopo un esperienza nel comparto industriale mi occupo di investimenti dal 1999 e sono socio fondatore di Norisk.