Banca IMI in cerca di denaro “fresco” presso BancoPosta

Banca IMI in cerca di denaro “fresco” presso BancoPosta

In pieno periodo estivo, Banca IMI, la banca d’investimento di Intesa SanPaolo, ha collocato esclusivamente tramite PosteItaliane un’obbligazione “promozionale” (ISIN IT0004936545), destinata a raccogliere denaro fresco dai correntisti delle Poste.

Dalla sua parte il nuovo bond di Banca IMI presenta delle caratteristiche molto semplici: la durata è di sei anni (dal 30/08/2013 al 30/08/2019) ed il rimborso avviene alla scadenza in un’unica soluzione. L’unica peculiarità della struttura riguarda le cedole, le quali pur essendo a tasso fisso, variano nel tempo in maniera predeterminata: il primo anno l’obbligazione paga il 4,5%, in seguito il tasso scende al 3,2% per i successivi quattro anni sino tornare ad una cedola del 4,5% l’ultimo anno.

Dalla struttura emerge un rendimento annuo del 3.6% (al lordo delle tasse al 20%) superiore rispetto al rendimento corrente di un BTp di pari durata del 3.3% (che gode però di una tassazione delle cedole inferiore, al 12.5%). Il bond di Banca IMI è rivolto ai clienti di BancoPosta ed è sottoscrivibile esclusivamente con “nuova liquidità”: la struttura “step down/step up” permette di offrire un flusso cedolare elevato subito al primo anno (4.5%), così da rendere attraente nell’immediato l’investimento.

 

Leggi l’articolo integrale

 

Stefano Testori
stefano.testori@norisk.it

Senior investment analyst, laureato in Economia dei mercati ed intermediari finanziari presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. E’ specializzato nella valutazione di strumenti derivati e sul mercato globale degli ETF.