ETF sui tassi d’interesse per tutte le direzioni

ETF sui tassi d’interesse per tutte le direzioni

Gli sforzi delle banche centrali mondiali e una crescita globale ancora troppo fragile hanno fatto precipitare nuovamente i tassi di interesse verso i minimi degli ultimi anni e la diffusione delle news relative alle statistiche macroeconomiche ha confermato come le prospettive dell’economia globale risultino ancora di difficile decifrazione. Per la sezione ETF del sito di Fineco (www.fineco.it) abbiamo analizzato le possibilità di investimento attraverso gli ETF sui tassi d’interesse e le strategie potenzialmente applicabili.

Dopo qualche mese caratterizzato da un buon livello di ottimismo, una tornata di dati poco entusiasmanti, complice anche una situazione climatica estrema in particolare negli States, ha riportato in auge i dubbi sulla futura forza del ciclo macroeconomico. La revisione di crescita del PIL degli USA relativo al quarto trimestre 2013, rispetto alla precedente stima, lascia intendere che il passo del tapering, il rallentamento del quantitative easing, possa risultare più graduale di quanto previsto appena qualche settimana fa.

I dati, meno positivi del previsto, hanno determinato il calo del tasso di interesse calcolato sul titolo di stato decennale dal 3% all’attuale 2.67%; anche il tasso di interesse decennale tedesco ha vissuto ampie oscillazioni: da maggio 2013 il saggio è passato dall’1.2% al 2%, raggiunto a dicembre 2013, per poi cedere fino al livello attuale dell’1.6% e un movimento simile a quanto registrato dal mercato obbligazionario espresso in altre valute è stato registrato anche dal decennale del Regno Unito, con un ampio movimento al rialzo e un successivo calo subito nei primi due mesi del 2014.

Sono presenti sul mercato diversi ETF sui tassi d’interesse: essi assumono, attraverso una modalità di replica sintetica, una posizione sull’andamento dei prezzi dei titoli di stato ed è possibile prendere posizioni sia lunghe che corte, in modo da scommettere su entrambi i possibili andamenti dei tassi. Le strategie attuabili attraverso la negoziazione di questi prodotti possono essere ricondotte a tre tipologie principali: strategie di copertura, direzionali e relative.

Prendendo come esempio un BTP, in una strategia direzionale si scommette sulla variazione del prezzo del BTP future in positivo o in negativo e un investitore che prevede un aumento del prezzo del BTP future, ovvero un ribasso dei tassi, investirà su un prodotto long, mentre un investitore che scommette su un rialzo dei tassi e quindi su un ribasso del prezzo del BTP futures acquisterà un etf di tipo short.

Una strategia di copertura, invece, viene attuata al fine di proteggersi da andamenti del mercato dannosi per i propri investimenti. Un investitore in possesso di titoli di stato italiani a reddito fisso ad esempio, sarebbe danneggiato da un eventuale rialzo dei tassi e potrebbe quindi decidere di acquistare un ETF Short, in modo da di proteggere il proprio investimento.

Una strategia relativa, infine, consiste nella scommessa sulla variazione del tasso d’interesse di un Paese rispetto a quello di un altro, ovvero sull’aumento o diminuzione dello spread tra due Paesi. Per un investitore domestico, lo spread viene solitamente misurato su titoli di stato a 10 anni e rispetto alla Germania, quindi un investitore che, ad esempio, vuol scommettere sul restringimento dello spread BTP-Bund può costruire una posizione composta da una posizione lunga su un BTP future a 10 anni e da una posizione corta su un Bund future a 10 anni.

 

Tra i prodotti analizzati in questa newsletter segnaliamo, sui tassi della zona Euro: Lyxor UCITS ETF SGI Daily Double Short Bund (ISIN FR0010869578), Lyxor UCITS ETF Daily Leveraged Bund (FR0011023654), Lyxor UCITS ETF Daily Double Short BTP ETF (FR0011023621), Lyxor UCITS ETF Daily Leveraged BTP (FR0011023639), ComStage Commerzbank Bund-Future Short TR UCITS ETF (LU0530119774) e ComStage Commerzbank Bund-Future Double Short TR UCITS ETF (LU0530124006).

Sui decennali in valute diverse, invece: Lyxor Daily Double Short 10Y US Treasury ETF UCITS (FR0011607084), Lyxor Daily Double Short 10Y Japan Gov. Bonds UCITS ETF (FR0011614189) e Lyxor UCITS ETF Daily Double Short 10Y UK GILTS (FR0011614031).

 

Per i client Fineco, continua qui https://nuovosito.fineco.it/mercati-e-trading/pro/norisk/index_fineco.php/article/articleviewfineco/4020/

Marcello Rubiu
marcello.rubiu@norisk.it

Sono laureato in Scienze Statistiche e in Economia e Commercio alla Università Cattolica di Milano. Dopo un esperienza nel comparto industriale mi occupo di investimenti dal 1999 e sono socio fondatore di Norisk.