Fondi immobiliari, rendimenti sempre più variegati

Fondi immobiliari, rendimenti sempre più variegati

In questa prima parte del 2015 i fondi immobiliari hanno evidenziato dinamiche borsistiche piuttosto eterogenee. Sei l comparto nel complesso ha ottenuto un progresso medio del 6.4%, vi sono alcuni strumenti che hanno subito perdite di valore a doppia cifra. Abbiamo effettuato per Plus 24, inserto settimanale del Sole24Ore, un commento sulla situazione dei fondi immobiliari quotati in Italia, evidenziando le notizie recenti e le prospettive per il futuro.

Inizio d’anno difficile per Mediolanum RE classe A (ISIN IT0003922223) e Amundi RE Italia (IT0003017446), ma anche per Atlantic 2 (IT0003855696), -8.8%, ed Estense (IT0003411045). Tra i fondi migliori, spicca invece Atlantic 1 (IT0004014707), +31%., che da fine 2012 ha fatto registrare un rendimento annuo stellare, +59%, comprendendo dividendi e rimborsi di capitale; al momento, comunque, non ci sono notizie sulla gara relativa all’asta sui 5 immobili di San Donato Milanese locati ad Eni e di proprietà del Fondo.

È tornato l’interesse anche su Valore Immobiliare Globale (IT0001260113) e su Tecla (IT0003554349), sebbene con volumi piuttosto contenuti, mentre Beta (IT0003497721), uno dei migliori da inizio anno, ha deciso di rimborsare 10€ per quota. Il rilascio ritardato del rendiconto 2014, infine, ha determinato la fine della fase di rialzo di Investietico (IT0003089775), in attesa che distribuisca ben 345€ per quota il prossimo 20 aprile. Il mercato si attendeva qualche notizia interessante sul processo di vendita, mentre la Sgr ha optato per il periodo di grazia.

 

(cliccare sull’immagine per leggere l’articolo completo)

201504 - Fondi immobiliari

 

 

Marcello Rubiu
marcello.rubiu@norisk.it

Sono laureato in Scienze Statistiche e in Economia e Commercio alla Università Cattolica di Milano. Dopo un esperienza nel comparto industriale mi occupo di investimenti dal 1999 e sono socio fondatore di Norisk.