I dubbi del lettore sul Lyxor UCITS ETF Japan Topix

I dubbi del lettore sul Lyxor UCITS ETF Japan Topix

Per la rubrica “La posta del risparmiatore” di Plus 24, inserto settimanale del Sole24Ore, abbiamo risposto al quesito di un lettore in merito all’andamento del Lyxor UCITS ETF Japan Topix, rappresentativo della Borsa giapponese. Come tutti gli strumenti finanziari con un sottostante azionario, anche questo ha subito forti ribassi negli anni della crisi finanziaria ma, a partire dalla fine del 2012, l’ETF ha ripreso a crescere, beneficiando della dinamica positiva della Borsa nipponica e delle politiche espansive messe in atto dalla nuova amministrazione del primo ministro Abe. Per tutto il 2013, la corrispondenza tra andamento dell’ETF e del sottostante Topix è stata sempre molto forte, con un divario che ha corrisposto alla svalutazione dello Yen rispetto al Dollaro e all’Euro. Tutto questo fino a metà novembre, quando la rappresentazione grafica mostra un netto scostamento tra i risultati dei valori azionari del Topix e quelli dell’ETF, fino a raggiungere livelli tali da non poter essere spiegati soltanto dalla variazione del cambio. Il lettore si chiede, pertanto, quale possa essere il motivo.

Il Lyxor UCITS ETF Japan Topix (ISIN FR0010245514) presenta come sottostante l’indice azionario giapponese Topix Total Return, che considera nel computo anche i dividendi corrisposti dalle società comprese nel basket. Lo strumento è anche quotato alla Borsa di Milano e il prezzo è espresso in Euro, mentre per il sottostante la divisa di riferimento è lo Yen. Il confronto tra un ETF e il suo indice non è sempre semplice. Innanzitutto questo strumento è scambiato in Borsa quando il suo sottostante ha già concluso le contrattazioni, sebbene i «market makers» utilizzino derivati Otc come prassi. L’utilizzo, inoltre, al posto del valore borsistico, del Nav può migliorare la qualità del confronto, ma non è sufficiente perché la rilevazione dei valori dovrebbe avvenire in particolare su istanti temporali omogenei per appurare possibili discrepanze.

Il lettore per esempio ha individuato scostamenti significativi a partire da novembre 2013. Nel periodo compreso tra il primo novembre 2013 e il 17 gennaio 2014 l’indice sottostante ha registrato in Yen un rialzo del 9,8%, ma in Euro il guadagno si è ridotto al 3,3%. L’ETF il 16 dicembre, infine, ha corrisposto un dividendo pari a 0,75€ dopo averne corrisposto a luglio uno pari a 0,98€. Questo quindi suggerisce come il confronto con l’indice Topix, che è di prezzo e non total return, possa portare a conclusioni errate.

Dall’analisi dei dati non si rinvengono discrepanze se non quelle riconducibili alla normale operatività sul mercato giapponese e, ovviamente, alle commissioni di gestione dell’ETF, 0,45% annue. Da segnalare, infine, che per chi volesse coprirsi sulle oscillazioni del tasso di cambio Yen-Euro, sempre di Lyxor è acquistabile su Borsa Italiana  anche il Lyxor Japan TOPIX Daily Hedged D – EUR UCITS ETF (FR0011475078).

 

(cliccare sull’immagine per ingrandirla)

201402 - ETF Topix

Marcello Rubiu
marcello.rubiu@norisk.it

Sono laureato in Scienze Statistiche e in Economia e Commercio alla Università Cattolica di Milano. Dopo un esperienza nel comparto industriale mi occupo di investimenti dal 1999 e sono socio fondatore di Norisk.