Nel bond Bnl il Fisco sopprime il tasso variabile

Nel bond Bnl il Fisco sopprime il tasso variabile

BNL, la banca romana controllata dal gigante francese BNP Paribas, ha affrontato in modo pregevole la lunga crisi congiunturale italiana e la sua situazione patrimoniale si pone tra le migliori delle banche domestiche. La promozione ottenuta all’interno dell’asset quality review è un buon punto di partenza, ma occorre segnalare come anche questo istituto abbia subito un serio peggioramento della situazione creditoria. Il livello del credit default swap, il contratto che serve per assicurare gli investitori da una possibile insolvenza dell’emittente, a 5 anni è su un valore inferiore rispetto alle altre banche italiane, avvicinandosi a quanto rilevato per gli altri operatori europei.

La Banca Nazionale del Lavoro ha in collocamento un bond a tasso variabile, “BNL Tasso Variabile 2015/2020” (ISIN IT0005090599), di durata triennale, che offre cedole trimestrali indicizzate all’Euribor 3 mesi aumentato dello 0,45%. Purtroppo questo indicatore del mercato monetario è prossimo allo zero e un rialzo del saggio nei prossimi anni sembra, al momento, alquanto improbabile. L’analisi della curva dei tassi di interesse forward evidenzia che solamente nell’ultimo anno di vita di questa emissione l’Euribor potrebbe rialzarsi, comunque in modo impercettibile (0,22%).

In pratica, considerando la tassazione sulle attività finanziarie (26%) e l’imposta di bollo, al possessore del bond Bnl rimangono davvero le briciole ma occorre sottolineare come il pricing dello strumento sia allineato a quanto ottenibile acquistando i titoli del medesimo emittente sul mercato secondario.

BNL sta proponendo anche un altro bond con scadenza 2020 (IT0005090599), che offre un margine, l’incremento all’Euribor, pari allo 0,7%, superiore al titolo analizzato; l’emissione, però, non è accessibile a tutti gli investitori, in quanto indirizzata ai dipendenti della banca

 

(cliccare sull’immagine per leggere l’articolo)

201503 - Obbligazione BNL

 

Marcello Rubiu
marcello.rubiu@norisk.it

Sono laureato in Scienze Statistiche e in Economia e Commercio alla Università Cattolica di Milano. Dopo un esperienza nel comparto industriale mi occupo di investimenti dal 1999 e sono socio fondatore di Norisk.