Paesi Emergenti: scelta ampia tra ETF, fondi e bond

Paesi Emergenti: scelta ampia tra ETF, fondi e bond

Investire in ogni angolo del mondo comodamente dal proprio Pc o con l’ausilio del proprio consulente finanziario di fiducia. La frontiera geografica non è più un problema per la moderna industria finanziaria e così acquistare il paniere dei principali titoli della borsa vietnamita o una paniere di obbligazioni governative che spaziano dall’Indonesia al Messico è come comprare un titolo azionario quotato a Piazza Affari. Per Plus 24, inserto settimanale del Sole24Ore, abbiamo selezionato alcuni strumenti d’investimento sui Paesi Emergenti, analizzandone le peculiarità.

Per investire sui Paesi Emergenti, sono disponibili sul mercato sia ETF e fondi generici, che investono globalmente in tutta l’area, che fondi ed ETF azionari ad hoc, che investono in singoli Paesi. Questa è un’opzione specifica per i risparmiatori che vogliono dedicare una maggiore attenzione a quest’area.

Bisogna, in primo luogo, fare un distinguo relativamente all’aspetto fiscale: fondi ed ETF non sono efficienti da questo punto di vista, dato che non si possono compensare le minusvalenze con le plusvalenze, e risultano pertanto più efficaci i bond per questi aspetti. Le obbligazioni però sono meno diversificate rispetto agli altri due strumenti e sicuramente accumulano un rischio maggiore.

Oggi c’è una generale riscoperta dei bond sovrani degli Emergenti e tra i vari Paesi suggeriamo Messico e Brasile come quelli più affidabili, mentre ad esempio l’Argentina continua ad essere meno raccomandabile. Le obbligazioni sono quotate sul mercato Mot ed Eurotlx e sono quindi facilmente acquistabili dal risparmiatore italiano.

Venendo invece a fondi ed ETF  azionari, il beneficio maggiore è quello della diversificazione: lo strumento acquista infatti più titoli azionari all’interno dello stesso Paese, spalmando quindi il rischio. I Paesi Emergenti, quelli principali, oggi sono in tutti i portafogli e chi vuole fare invece delle scelte selettive può puntare ad esempio sui alcuni paesi di frontiera, come Bangladesh, Kuwait, Pakistan e Vietnam. La quota di portafoglio deve essere minima e soprattutto meglio evitare Paesi che hanno già corso troppo.

 

(cliccare sull’immagine per visualizzare l’articolo completo)
201406 - Etf, fondi e bond la scelta è ampia

 

Il dettaglio dei prodotti selezionati:

Bond

ISIN Descrizione
XS0501195480 Argentina 8.75% 02gn17
US445545AD87 Ungheria 6.25% 29ge20
US77586TAA43 Romania 6.75% 07fb22
XS0776179656 Croazia 6.25% 27ap17
XS0541528682 Lituania 5.125% 14st17
US91086QAG38 Messico 8.3% 15ag31
US836205AQ75 Sudafrica 4.665% 17ge24
US731011AR30 Polonia 6.375% 15lg19
US900123BZ27 Turchia 6.25% 26st22
US105756AK66 Brasile 12.75% 15ge20

 

ETF

ISIN Descrizione
IE00B52XQP83 iShares MSCI South Africa UCITS ETF
LU0292109187 db x-trackers MSCI Taiwan Index UCITS ETF
FR0010614834 Lyxor UCITS ETF FTSE Coast Kuwait 40
LU0322252924 db x-trackers FTSE Vietnam UCITS ETF
LU0476289466 db x-trackers MSCI Mexico TRN Index UCITS ETF
LU0592215403 db x-trackers MSCI Philippines IM TRN Index UCITS ETF
IE00B1FZS574 iShares MSCI Turkey UCITS ETF
LU0514694701 db x-trackers MSCI Thailand UCITS ETF DR
LU0476289623 db x-trackers MSCI Indonesia TRN Index UCITS ETF

 

Fondi

ISIN Descrizione
IE00B05MH650 Concord Egypt Fund USD
LU0270814014 Schroder Fund Taiwanese Equity A
LU0355585273 JPMorgan Funds – Africa Equity C
LU0877824093 HSBC Funds – Mexico Equity
IE0000829238 Baring Hong Kong China Fund
LU0048587868 Fidelity Funds – Malaysia Fund
LU0440254422 JPMorgan Funds – Singapore Dollar Liquidity
LU0048621477 Fidelity Funds – Thailand Fund
LU0213961682 HSBC Funds – Turkey Equity

 

Marcello Rubiu
marcello.rubiu@norisk.it

Sono laureato in Scienze Statistiche e in Economia e Commercio alla Università Cattolica di Milano. Dopo un esperienza nel comparto industriale mi occupo di investimenti dal 1999 e sono socio fondatore di Norisk.