Socrate, il tempo sta per finire

Socrate, il tempo sta per finire

La diffusione dei rendiconti semestrali dei fondi chiusi immobiliari ha confermato una situazione non certo brillante. Non mancano i prodotti che stanno concludendo la loro vita in modo brillante come, ad esempio, Amundi RE Europa che ha di fatto concluso il processo di liquidazione evidenziando anche quest’anno un sonoro +28% da inizio anno. Per i sottoscrittori iniziali si tratterebbe di un +2,17% annuonon esattamente qualcosa di brillante ma è opportuno ricordare l’esperienza drammatica di Obelisco che ha registrato una performance annua pari a -61%. 

L’esperienza dimostra che arrivare nei pressi della scadenza con il patrimonio immobiliare ancora investito può comportare perdite sonore per i quotisti. Non è difficile pensare alla sensazione di disagio che possono provare coloro che ancora detengono le quote di Socrate che andrà in scadenza a fine anno. Non sono stati comunicati significativi progressi nel processo di dismissione e quindi si sta profilando una vendita in blocco “last minute. Un contesto non proprio vantaggioso per i risparmiatori e il prezzo di borsa, inferiore del 70% rispetto al patrimonio netto, sembra dare addito agli scenari più plumbei. 

La situazione difficile ha indotto il gestore di Immobilium di adottare la proroga straordinaria e portare la scadenza a fine 2022. 

Gli strumenti prossimi alla liquidazione del patrimonio non sono pochi e la situazione di crisi economica non aiuterà tale processo. Purtroppo oltre a questioni contingenti gli analisti si chiedono se stiamo assistendo ad un cambio strutturale per il real estate, in particolare quello specializzato in shopping centers e uffici. 

Segnaliamo infine come un importante immobile di Atlantic 1 situato a Roma è stato oggetto di un’offerta vincolante di acquisto a dicembre 2019 e che il perfezionamento del contratto è stato posticipato a fine settembre a causa del Covid. Si completerà la vendita? 

 

Stefano Sanna
stefano.sanna@norisk.it